Le Normative.


EN ISO 13688:2013 - Requisiti generali obbligatori degli indumenti di protezione.
(Aggiornamento al 31/12/2018)
 

Questa norma, determina i requisiti obbligatori degli indumenti di protezione, in termini di: Ergonomia, comfort, innocuità, solidità delle tinture, variazione dimensionale al lavaggio: non più del 3%. 

Gli indumenti certificati secondo questa norma sono dotati della marcatura.  La norma è prevista per essere utilizzata unitamente alle altre norme contenenti i requisiti prestazionali specifici.


EN ISO 11611:2007

Protezione contro i getti di metallo in fusione:

Questa norma consente di valutare il livello di prestazioni degli indumenti di protezione progettati per proteggere il lavoratore durante processi di saldatura o tecniche simili.  

Conformi alla Norma EN ISO 11611:2007 sono progettati per uso in ambiti di lavoro in cui l’utente è sottoposto al rischio di getti di metallo, di breve contatto con una fiamma, di calore radiante o di un arco elettrico (saldatura o altre attività affini).

EN 342

Protezione contro il freddo:


La norma EN 342 fa parte delle norme contro le intemperie e specifica i requisiti dell’abbigliamento di protezione contro il freddo a temperature inferiori a -5C°. I capi certificati secondo questa normativa garantiscono una copertura dal freddo (2 C° | -5 C°) al magazzino frigorifero (-25 C°) fino al congelatore (-40C°). Questa norma valuta i seguenti valori: classe di permeabilità all’aria, isolamento termico e livello di traspirabilità.

 

EN ISO 20471:2013

Indumenti alta visibilità:

Questa norma consente di valutare il livello di prestazioni del colore e della catarifrangenza nonché delle superfici minime e del posizionamento dei materiali negli indumenti di protezione per una maggiore visibilità. Gli indumenti certificati secondo questa normativa, sono destinati a fornire un'alta visibilità dell'utilizzatore visto dagli operatori di veicoli o di altri dispositivi meccanizzati in qualunque condizione di luce diurna o alla luce dei fari dei veicoli nell'oscurità.

EN 343: 2003 +A1: 2007

Protezione contro la pioggia 

Questa norma consente di valutare il livello di prestazioni degli indumenti di protezione progettati per proteggere i lavoratori dall’esposizione alla pioggia, all'umidità e alla neve.

La prestazione si valuta in termini di: 

resistenza alla penetrazione dell’acqua; all’evaporazione; alla trazione e agli strappi del materiale esterno ed, infine, alla resistenza della cucitura dell’indumento esterno.


 

IEC 61482-2: 2009

Protezione contro il pericolo causato da un arco elettrico.

Questa norma consente di valutare il livello di prestazioni degli indumenti di protezione contro i pericoli legati ad un arco elettrico. La persona munita di indumenti di protezione conformi alla norma IEC 61482-2:2009 è protetta qualora apparisse un arco elettrico in un impianto elettrico in seguito ad una perturbazione (per esempio un cortocircuito). Per arco elettrico si intende un fulmine che scoppia in un impianto elettrico e che può provocare gravi ustioni, accecamento o addirittura a morte.

EN 13034:2005+A1:2009 TIPO6/TIPO B6

Protezione contro le nebulizzazioni limitate.

Questa norma consente di valutare il livello minimo di prestazioni degli indumenti di protezione progettati per proteggere contro una potenziale esposizione di piccole quantità di spray o un volume ristretto (annaffiato accidentalmente) di prodotti chimici meno pericolosi, per i quali non è necessaria una barriera di permeabilità totale.

EN 1149-5: 2008

Protezione contro le cariche elettrostatiche

Questa norma consente di valutare se gli indumenti di protezione interessati sono certificati antistatici per evitare, in caso di presenza di cariche elettrostatiche, che si producano delle scintille, provocando esplosioni e incendi; sono conformi e progettati, inoltre, per un uso in un contesto di lavoro in ambiente ATEX (Atmosfera Esplosiva) dove sono possibili rischi di esplosione.

EN ISO 11612:2008

Protezione contro il calore e le fiamme

Questa norma consente di valutare il livello di prestazioni degli indumenti di protezione del corpo (eccetto le mani) contro il calore e/o le fiamme. La persona munita di indumenti conformi alla norma EN ISO 11612:2008 è protetta in caso di brevi contatti con una fiamma nonché contro il calore emesso per convezione e per irraggiamento (in una determinata misura).